Un cerotto fotovoltaico che sfrutta i raggi solari per riparare la pelle e accelerare la guarigione della ferita. Un sistema di navigazione che con l’intelligenza artificiale aiuta l’orientamento anche negli edifici chiusi – in un’aeroporto o in un supermercato, per esempio –, lì dove non funziona il gps. O ancora: i pannelli solari che si […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La periferia, verso il riscatto di una nuova categoria politica

prev
Articolo Successivo

Facce di casta

next