“Dove abbiamo sbagliato?”, domanda la donna di Tarantini a Gianpi, uscito a mani vuote da un festino a Villa Certosa. E lui risponde: “Abbiamo pensato di essere più furbi di Loro”. Ecco, se a Di Maio e Salvini avanza un po’ di tempo nelle trattative di governo, si (e ci) farebbero un gran regalo andando […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La vignetta di Mannelli

prev
Articolo Successivo

La vignetta di Franzaroli

next