Caro Enrico, qualche giorno fa, all’esterno di un’edicola di Abbiategrasso – prossima sede della partenza di una tappa del Giro d’Italia, – c’era esposta una locandina de Il Giorno, che un tempo era considerato un giornale moderno e progressista. Ma che oggi cavalca senza briglia gli umori di una destra retriva e xenofoba: “Troppi stranieri, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Salah al “Festival del pollo italico”

prev
Articolo Successivo

Ci scusi Salvini, ma a Napoli ci piace pure sulla pizza

next