Entro il 23 marzo si insedierà il Parlamento composto sulla base del voto di oggi. Non sappiamo chi avrà la maggioranza. Ma chiunque sarà al potere difficilmente potrà fare peggio di chi ha governato tra 2013 e 2018. Ecco una rassegna del meglio del peggio.   Riforme col buco Non solo Costituzione 1. Riforma costituzionale. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Un voto da Oscar

prev
Articolo Successivo

Oggi 4 marzo, sentiamoci come Cenerentola al ballo

next