Ricorda la neo senatrice a vita Liliana Segre che 896 cittadini milanesi di religione ebraica furono vittime del nazifascismo e che dai lager ne ritornarono una manciata. Ricorda Mario Delpini, arcivescovo di Milano, che le leggi razziali passarono tra l’indifferenza pavida degli italiani e che oggi la parola razza rischia di dominare l’attuale campagna elettorale. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La bella utopia della monaca catalana: il nazionalismo compassionevole

prev
Articolo Successivo

Via Tecchio, dentro Ascarelli, a Napoli lezione di memoria

next