“Sono deluso. I nostri diritti non dovrebbero avere una scadenza” è la reazione a caldo di Nicholas Hatton, anima del gruppo the3million che rappresenta, appunto, i 3 milioni di residenti europei nel Regno Unito. Fondato poco dopo il referendum con cui i cittadini britannici hanno deciso di uscire dall’Unione Europea, il gruppo, autogestito ed autofinanziato, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Mazzette e petrolio: il flirt con Daesh del colosso Lafarge

prev
Articolo Successivo

Au revoir Hallyday, salutaci Edith Piaf

next