Giorni decisivi per la riforma delle intercettazioni: oggi il decreto legislativo dovrebbe approdare sul tavolo del Consiglio dei ministri, visto che entro il 3 novembre il governo deve esercitare la delega. Poi passerà all’esame parlamentare. Il testo inserisce dei vincoli alla trascrizione delle conversazioni nelle richieste dei pm e nelle ordinanze dei giudici: “Quando è […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)