Da tre anni il governo costruisce il bilancio pubblico con un’alchimia contabile: vede rosa nelle stime di crescita futura, grazie a manovre “espansive”, e mette a bilancio stangate fiscali che poi rinvia per metà. È la via scelta anche per la nota di aggiornamento al Def approvata ieri dal consiglio dei ministri. Pier Carlo Padoan […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Terremoto, scandalo degli sms per Amatrice: indaga la Procura su 33 milioni mai arrivati

prev
Articolo Successivo

“Ora mi candido per guidare l’alleanza di centrodestra”

next