Intese e saluti con gli scafisti (persino la bandiera libica issata a bordo in un’occasione), ostacolo continuo alle indagini, violazione delle regole di ingaggio, restituzione dei gommoni ai trafficanti: se sulla Iuventa, sequestrata giovedì scorso, e condotta in porto a Trapani senza equipaggio, rimasto a Lampedusa, gli indizi raccolti dalla Procura sono diventati prove vagliate […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Tracolli miliardari all’insaputa dei vigilantes: vedono solo ciò che i banchieri confessano

prev
Articolo Successivo

“Legami tra denuncia anti-Ong e nave di destra”. I pm: “Falso”

next