Ufficialmente, sono incontri per raccontare la piattaforma web su cui votare o proporre leggi e iniziative. Ma di fatto saranno anche un filtro: per reclutare nuovi iscritti o individuare i più attivi. E quindi per cercare candidati e pezzi di classe dirigente, per il M5S che vuole il governo. C’è anche questo dietro agli Open day […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

“Orfeo vuole galleggiare in Rai, non cambierà l’informazione”

prev
Articolo Successivo

Anche l’architetto comunale tra i morti del palazzo crollato

next