L’inchiesta

M5S, un processo in vista per 12 firme (su 1.431)

Bologna - Chiesto il giudizio per 4: sottoscrizioni fuori città o “irregolari”. Ne bastavano 875

Di Sarah Buono
1 Luglio 2017

“Più di due anni di indagini, più di duecento di testimoni sentiti, carabinieri a casa di attivisti, perizie informatiche, non oso immaginare cosa succeda nei processi di mafia”. Scherza amaro il grillino Marco Piazza, vicepresidente del Consiglio comunale di Bologna che rischia il rinvio a giudizio per alcune presunte irregolarità nella raccolta delle firme (1.431) […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.