Per Falcone e Borsellino abbandoniamo le “cricche” In questo 23 maggio ricorre il 25° anniversario dalla strage di Capaci, in cui, per mano della ‘Cupola’, perse la vita il giudice Giovanni Falcone insieme alla moglie, Francesca Morvillo, e tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro. Il 27 aprile è ricorso un […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La corruzione è di destra o di sinistra?

prev
Articolo Successivo

Giovanni Falcone 25 anni dopo. Scarpinato: “Una verità a brandelli. Interessi politici oscuri tramano ancora”

next