Con insistenza l’allora ministro Maria Elena Boschi chiese a Federico Ghizzoni – all’epoca amministratore delegato di Unicredit – di valutare l’opportunità di acquistare la popolare Etruria, l’istituto aretino gravato dai debiti e di cui il padre Pier Luigi Boschi era vicepresidente. L’episodio va collocato agli inizi del 2015, come rivelato da Ferruccio de Bortoli nel […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Maria Elena Boschi e gli interessamenti per Banca Etruria, nel 2014 summit in casa per difenderla dai diktat Bankitalia

prev
Articolo Successivo

E Maria Elena scappa dalla conferenza: restano scolpite soltanto le sue bugie

next