Chi si ammala rischia di incorrere sempre di più in qualche medico autistico. Spesso sono giovani. Ne ho visto uno al capezzale di una persona cara. Un medico muto e frettoloso, in un momento in cui i parenti avevano bisogno di parole e di indugio. È sempre più spesso così. E quando parlano spesso è […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese