Oggi, ottant’anni fa, si compiva una delle stragi più odiose della Guerra Civile spagnola, su una popolazione inerme in fuga dalla repressione delle truppe franchiste che, sostenute delle milizie fasciste italiane, stavano conquistando Malaga. Conosciuta come la “Desbandá”, il corteo allo sbando di 150.000 persone sulla strada tra Malaga e Almeria, fu investito da un […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Fillon-Sarkozy, una destra a pezzi

prev
Articolo Successivo

Morto a 30 anni per i troppi rifiuti: l’addio di Michele

next