Manuale per gli eletti

M5S, c’è il lodo salva-indagati. Ma alla fine decide Grillo

Da oggi al voto online il nuovo regolamento per gli amministratori Obbligo di dimissioni solo dopo la condanna in primo grado. Il Garante si tiene il potere di decidere

3 Gennaio 2017

Quante cose hanno in comune Maurizio Lupi e Gino Paoli, Federico Pizzarotti e Virginia Raggi? Nella testa di Beppe Grillo, una infinità. Tutti sono più o meno direttamente coinvolti in vicende giudiziarie, tutti inchiodano i Cinque Stelle alla questione delle questioni: il rapporto tra politica e magistratura. Così, nel giro di un lustro, il fondatore […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.