A questi ragazzi del tiro a volo bisogna fare un monumento”, dice esultante Giovanni Malagò dopo l’ennesimo trionfo di Gabriele Rossetti, oro nello skeet maschile a soli 21 anni. E bisogna ben capirlo, il presidente del Coni: il tiro praticamente da solo tiene a galla l’Italia alle Olimpiadi in Brasile. Di più: è lo sport […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Canzoni della Cupa come un proverbio contadino: è un attimo e sei a Omero”

prev
Articolo Successivo

Sospetti su Leonida, in un vaso è ritratto con il dottor Ferrari

next