retrocessione

Britain (meno) first. In Premier non si tifa Brexit

Il campionato più ricco e (forse) più bello del mondo potrebbe avere, almeno all’inizio, pesanti ripercussioni in caso di uscita della Gran Bretagna dalla Ue

21 Giugno 2016

Il 23 giugno, quando la Gran Bretagna deciderà se abbandonare o rimanere nell’Unione europea, il pallone sarà in fibrillazione: in caso di addio, cambierà per sempre il destino della Premier League. Il campionato di calcio più ricco al mondo (nel 2015 i 20 club hanno fatturato in totale 4,2 miliardi di euro) e con più […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.