Una partita a scacchi con la morte. Solo che il cavaliere non la gioca seduto in riva al mare, come Max von Sydow ne Il settimo sigillo, ma a oltre 200 km/h di media in sella a una moto sul circuito dello Snaefell, Isola di Mann. Perché più che una sfida contro se stessi o […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Cappuccini rivoltati, urla, nottate e parolacce con quel genio di Leone”

prev
Articolo Successivo

“Dago in the Sky”, breve trattato di storia contemporanea dentro la tv

next