La notizia sta nei tempi: il giorno dopo la nomina di Carlo Calenda a ministro dello Sviluppo economico, il governo subito lo sostituisce scegliendo come rappresentante presso le istituzioni europee Maurizio Massari, cioè l’ambasciatore del caso Regeni. Massari è stato richiamato in Italia dalla Farnesina l’8 aprile, in modo da manifestare lo scontento italiano per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Borsellino quater, l’agente balbetta Il pm: “Indecente”

prev
Articolo Successivo

Parola d’ordine, punire gli infedeli

next