Panama Papers e David Cameron. Della serie: leader politici con la faccia di bronzo. Il premier britannico in un primo tempo aveva detto di non avere nulla a che fare coi soldi del padre Ian, imboscati in società offshore tramite lo studio legale Mossack Fonseca, tantomeno la moglie e la famiglia. I mastini del Guardian, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Dal Sud riparte la rotta libica e l’Austria sigilla la frontiera

prev
Articolo Successivo

Pedro, Kubrick e la valuta degli dei

next