“Stai bene? L’esplosione ha coinvolto anche te?”: in piena allerta terrorismo, momenti di apprensione anche in Italia, la domenica di Pasqua, per numerosi utenti di Facebook che si sono visti recapitare sul proprio numero di cellulare il “safety check”, l’applicazione che il social network attiva nel caso di attentati o calamità naturali avvenuti nelle vicinanze. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)