» Politica
sabato 15/07/2017

Sondaggi, l’effetto Renzi sui sondaggi continua: il Pd crolla al 24%

Per l’Ipr Marketing i dem sono in caduta, ma Mdp ne approfitta solo un po’. Stabile M5S, mentre hanno ottimi numeri Lega e Fratelli d’Italia
Sondaggi, l’effetto Renzi sui sondaggi continua: il Pd crolla al 24%

Il Pd che sprofonda al 24 per cento, con Matteo Renzi che continua a perdere consenso. Il M5S che tiene, sospeso tra il 28 e il 29, ma che non è più alle vette di inizio anno. E l’arcipelago rosso che in tutto vale attorno al 9 per cento, ma che può arrivare almeno a qualcosa in più. L’ultimo sondaggio di Ipr Marketing, realizzato tra lunedì e martedì, racconta di un elettorato “sempre più polverizzato”, come lo definisce il direttore dell’istituto, Antonio Noto.

Ma soprattutto racconta che il Pd continua a perdere (potenziali) elettori. Ed è proprio Noto a mettere in fila cifre: “Nelle settimane precedenti le primarie dello scorso aprile, il partito oscillava tra il 27 e il 28 per cento. Ma dopo l’elezione di Renzi a segretario e l’esplodere dello scontro interno ha cominciato a scendere, stabilizzandosi tra il 25 e il 26. Ora però è sceso sotto il 25, la quota più o meno del Pd alle Politiche del 2013, con Bersani segretario. E di fatto, è anche la soglia sotto la quale la situazione del partito si può definire critica”.

Tradotto, c’è un’emorragia che sembra colpa soprattutto di Renzi. E Noto conferma: “Chi lascia lo fa soprattutto in dissenso verso il segretario. A mio avviso, il Pd renziano può contare su uno zoccolo duro del 22 per cento. E quella cifra si avvicina pericolosamente”. Tanto può il calo degli ultimi tempi, che però non drena consenso verso altri. Già, perché secondo Noto “il 90 per cento degli elettori che abbandonano i democratici dichiara di non voler più votare nessun partito”. E quindi va a ingrossare il già affollato settore dell’astensione. Insomma, non c’è una fuga verso gli scissionisti di Mdp-Articolo 1 che, sempre a detta di Noto, “sono ormai stabilmente al 6 per cento, da settimane. E questo contando anche Giuliano Pisapia tra i suoi leader”. Piuttosto stabile anche Sinistra Italiana, “tra il 2 e il 3”.

Ma quanto può pesare una coalizione rossa? “Il 10, forse anche il 12 per cento, ossia grosso modo le percentuali di Rifondazione comunista nel suo momento migliore” sostiene il direttore di Ipr. Certo, poi ci sono anche gli altri. A partire dai Cinque Stelle, che il sondaggio dà tra il 28 e il 29. “Sono sostanzialmente stabili, ma tra febbraio e marzo avevano superato il 30 per cento, toccando anche il 32” spiega Noto. Insomma, il Movimento non scoppia di salute. “Colpa anche di tante, recenti polemiche” sostiene il sondaggista. Sicuramente però sta peggio Forza Italia, all’11,5 per cento. Distante dal 14 della Lega Nord, “tonica” secondo Noto. Come Fratelli d’Italia, al 5 per cento (“e non da oggi”). Mentre gli alfaniani di Ap se ne stanno al 3 per cento. Numeri che, se confrontati con gli altri, descrivono una verità ormai chiara: “Nessuno ad oggi, con questa legge elettorale, ha i numeri per formare un governo, neppure in coalizione”.

@lucadecarolis

© RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Politica
Con fondi della regione

Maroni: 150mila euro per insegnare le “lingue” lombarde

Dal corso di dialettoper alunni delle elementari Te se ricordet i temp indree al festival Brigancc söl Lac, fino alla creazione della biblioteca digitale on line www.lingualombarda.it a Milano. La Regione Lombardia, guidata dal leghista Roberto Maroni, finanzierà con 150 mila euro complessivi sette progetti di promozione della lingua lombarda attraverso le sue varietà locali, selezionati attraverso un bando. I progetti finanziati sono il primo festival della nuova canzone in lingua lombarda di Spirano in provincia di Bergamo (35mila euro); il festival Brigancc söl Lac a Brescia (10.800 euro); Narrare i borghi dell’associazione bresciana TeatroTerrediconfine di Sarezzo (21 mila euro); il corso di dialetto per bambini a Binago nel comasco (12mila) e sempre nel comasco a Barni il percorso linguistico-culturale Un Paese (lombardo) in posa (17mila). La biblioteca digitale proposta dal Circolo Filologico Milanese sarà sostenuta con 27.700 euro e la rassegna Cantar di maggio/cantà de magg, organizzata dall’associazione culturale Radici, nel milanese, con 65mila euro.

Testatine

Testatina del 15/07/2017

Politica

“Curioso che Pisapia non si candidi, è lui a volere una nuova forza”

“Inutili i referendum della Lega nel Nord”
Politica
Meloni imbarazza Salvini

“Inutili i referendum della Lega nel Nord”

“Pop Vicenza voleva che comprassi l’Unità”
Politica
L’editore, Bonifazi e i veneti

“Pop Vicenza voleva che comprassi l’Unità”

Politica
Il presidente Pd è nervoso

Orfini fa il mazziere: colpi a Grasso e Pisapia

Di Battista diventa papà: lo scrive su Facebook
Politica
L’annuncio anche dal palco

Di Battista diventa papà: lo scrive su Facebook

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 22 alle 7, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×