“Viva la rivoluzione!” L’Italia Fidelizzata del Pci e degli scrittori

I viaggi di Calvino, i colloqui di Berlinguer, “l’italiano resuelve todo” di nome Pagano, il film del compagno G
“Viva la rivoluzione!” L’Italia Fidelizzata del Pci e degli scrittori

L’Italia Fidelizzata. Ancora oggi. Un cordoglio trasversale, in cui il valore eterno della rivoluzione prevale sul richiamo critico alla “complessità” del regime cubano, per dirla con il togliattiano Giorgio Napolitano, per mezzo secolo nella “destra” del Pci. Comunisti, postcomunisti, ex comunisti, populisti in ordine sparso, finanche grillini e giustizialisti si commuovono per la morte del […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.