Una stampella irlandese per la traballante May-bis

Governicchio - La premier vara il nuovo esecutivo con l’appoggio esterno del Dup che è anti-aborto, anti-gay e nega i cambiamenti climatici
Una stampella irlandese per la traballante May-bis

Ieri, all’alba, Theresa May ha avuto la certezza di aver perso la scommessa politica della sua vita: la conta finale è di 318 seggi per il Partito conservatore, 12 meno che nel Parlamento uscente, e il 42% dei voti. Ha vinto le elezioni, ma ha perso la faccia. Voleva una maggioranza amplissima, di 60, 100 […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.