Ticket, i rifugiati non sono esentati

C’è una questione, molto dibattuta e ancora senza risposta, al centro del tavolo tecnico interregionale “Immigrati e servizi sanitari” che riguarda l’esenzione dal ticket sanitario per gli immigrati richiedenti protezione internazionale e umanitaria. Nei primi sei mesi dalla domanda non devono pagare per le prestazioni ambulatoriali e specialistiche, perché non hanno l’autorizzazione a lavorare. Scaduto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.