Tav, Monorchio jr libero per una notifica sbagliata

Arrestato per corruzione nell'ottobre 2016 nell'inchiesta che vedeva indagato anche il figlio dell'ex ministro Lunardi
Tav, Monorchio jr libero per una notifica sbagliata

Mentre i coimputati per corruzione su Tav e grandi opere sono appena stati rinviati a giudizio e molti di loro attenderanno il processo agli arresti, Giandomenico Monorchio, figlio dell’ex ragioniere generale dello Stato Andrea, oggi torna libero. Sarà scarcerato non perché prosciolto, ma per un errore di notifica ai legali dell’ingegnere, Franco Coppi e Pietro […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.