Tap, lotta a oltranza contro il gasdotto: “Non molleremo”

Militarizzata l’intera area dell’espianto degli ulivi. Attivisti e sindaci trascinati via a forza: “Niente trattative, neanche per le compensazioni”. L’arcivescovo: “Ascoltate la popolazione”
Tap, lotta a oltranza contro il gasdotto: “Non molleremo”

Un gruppo di attivisti si allontana dal presidio, senza clamore. Obiettivo: aggirare l’ostacolo e provare a bloccare il passaggio dei camion dalla parte opposta. L’ennesima giornata calda a Melendugno, Lecce, è un gioco a scacchi. Per evitare gli scontri corpo a corpo di martedì, il cordone di polizia attorno al cantiere del gasdotto Tap si […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.