Sessantotto. Il ruolo delle donne non è mai stato messo in discussione

Caro Faenza, questa domanda scaturisce dal suo articolo sul Fatto del 29 novembre ed è frutto di profonda indignazione perché nell’articolo, oltre a riproporre il luogo comune che descrive il ’68 come un movimento che ha prodotto in maggioranza persone che hanno abiurato o che sono passate alla lotta armata, cancellando la dimensione di massa […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.