» Cronaca
domenica 24/09/2017

Sequestri per corruzione: prima la legge, poi l’inganno

Codice antimafia - La norma sulle misure di prevenzione sarà approvata ma la maggioranza impegnerà il governo a “depotenziarla” per decreto
Sequestri per corruzione: prima la legge, poi l’inganno

“Fatta la legge trovato l’inganno”, dice un vecchio detto popolare. Nel caso del Codice antimafia, che sta per essere approvato definitivamente alla Camera, si può mutuare così: “Fatta la legge, cambiata la legge”. Si sa già che per il Codice, quando sarà approvato, entro i primi giorni di ottobre, scatterà subito l’operazione cancellazione: verrà cambiato, […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Economia

Alto Adige, all’asilo vietato parlare italiano

Cronaca

Turista stuprata a Milano, caccia al finto tassista

Il Riesame ne scarcera 21 su 58: di nuovo liberi i mafiosi di Agrigento
Cronaca
Racket in Sicilia - Beffa - Erano stati arrestati il 22 gennaio

Il Riesame ne scarcera 21 su 58: di nuovo liberi i mafiosi di Agrigento

L’agente provocatore ci serve
Cronaca
L’intervento

L’agente provocatore ci serve

di

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×