Se il senatore finisce in galera c’è il sindaco cacciato per mafia

Calabria - Palazzo Madama deve decidere sull’arresto di Caridi, al suo posto arriverebbe Arena: con lui Reggio fu sciolta per le infiltrazioni
Se il senatore finisce in galera c’è il sindaco cacciato per mafia

Miracoli calabresi. C’è un senatore della Repubblica che rischia l’arresto per reati di mafia, ma se il Parlamento deciderà di accogliere la richiesta dei giudici, ecco che al suo posto è pronto un altro. Il primo dei non eletti. Nei guai pure lui, perché già sindaco sciolto per mafia e giudicato incandidabile. Partiamo dall’inizio, dal […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.