Scrittore ucciso per aver condiviso vignetta anti Isis

In nome di chi? - Nahed Hattar sarebbe dovuto essere (solo) processato. L’assassino lo ha atteso davanti al Tribunale
Scrittore ucciso per aver condiviso vignetta anti Isis

Il processo contro Nadeh Hattar, lo scrittore e giornalista ateo più controverso del regno di Giordania, non si terrà. Mentre stava salendo i gradini del Tribunale di Amman, un uomo in abiti tradizionali lo ha freddato sprandogli in faccia. Hattar, 56 anni, è morto prima che l’ambulanza arrivasse. Il “reato” per cui era già stato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.