Salviamo gli studenti dalla sindrome Donald

Cuori spezzati - Tazze di caffè e ciambelle per gli iscritti alle università liberal: sono depressi
Salviamo gli studenti dalla sindrome Donald

All’Università del Michigan si sono visti nei giorni scorsi studenti che giocavano con la pasta di pane, coloravano dei libri, montavano lego e facevano bolle di sapone. Idem al Barnard College della Columbia University, dove gli studenti sono stati invitati a colorare, sorseggiando cioccolate calde, e all’Università della Pennsylvania, che ha creato uno spazio terapeutico […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.