Sala e la “piastra”: i fatti erano già tutti scritti

Per capire che l’appalto Expo della “piastra” era pieno di lati oscuri, irregolarità, sprechi, forzature delle norme, non occorreva aspettare la Procura generale di Milano, che ora contesta a Giuseppe Sala un paio di reati, il falso ideologico e materiale (per un documento retrodatato) e l’abuso d’ufficio (per l’assegnazione senza gara della fornitura degli alberi). […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.