Rivoluzione Volkswagen. Dopo il dieselgate arriva Diess

Tre famiglie di marchi, il probabile scorporo dei truck e il ritorno al profitto negli Usa: al nuovo ceo il compito di traghettare il gruppo verso la sfida dell’elettrico
Rivoluzione Volkswagen. Dopo il dieselgate arriva Diess

“Auf Wiedersehen Matthias Müller, willkommen Herbert Diess”: suona così l’avvicendamento avvenuto al vertice del gruppo Volkswagen. Müller, il manager traghettatore che aveva preso le redini del colosso tedesco subito dopo la deflagrazione dello scandalo emissioni (a fine 2015), ha ceduto lo scettro a Diess, già capo del marchio Volkswagen. Müller ha portato Volkswagen group fuori […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.