Renzi, un disastro dal colore rosa

Erano giorni frizzanti e rosé. Renzi da Firenze arrivava nei Palazzi del potere in Smart o a piedi, appena sceso da un Frecciarossa (e non da cavallo, né da un triciclo, per la gioia estasiata e incredula di giornali e Tg) e rapido, informale, vi portava qualcosa che non vi era mai entrato così con […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.