Renzi e le dimissioni a targhe alterne: nel 2013 critiche ad Alfano, oggi silenzio

Cambia verso. Da Gentiloni a Boschi prima incendiari a parole, ora pompieri
Renzi e le dimissioni a targhe alterne: nel 2013 critiche ad Alfano, oggi silenzio

L’ultimo inverno è stato caratterizzato dalle targhe alterne, anche l’estate sembra promettere altrettanto. Niente inquinamento atmosferico, però, solo esercizi di coerenza politica a geometria variabile. Basta confrontare il divario abissale tra le frasi pronunciate nel luglio di tre anni fa da Matteo Renzi sulle possibili dimissioni del ministro degli Interni del governo Letta, Angelino Alfano, […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.