Re Giorgio e Lady Anna, “facce da culo” in difesa dell’amato Porcellum

Non solo Speranza - Napolitano e Finocchiaro contro la mozione Giachetti per l’uninominale
Re Giorgio e Lady Anna, “facce da culo” in difesa dell’amato Porcellum

Alla ricerca delle “facce da culo” perdute. Domenica scorsa, nella sua invettiva che ha quasi stroncato la novità epocale del Matteo Ren-zen, partorito da un presunto patto taoista tra le correnti del Pd, il prode Roberto Giachetti ha individuato nel povero Roberto Speranza, riformista bersaniano, l’unica “faccia da culo” che tre anni fa si batté […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.