Rai Due in silenzio e il calvario per il Sì in Viale Mazzini

Le decisioni di Campo dall’Orto in vista del referendum. Dal giovedì “bonificato” alla tendenza “varietà”
Rai Due in silenzio e il calvario per il Sì in Viale Mazzini

Il governo invoca sempre un servizio pubblico televisivo con il fatidico “sguardo rivolto al futuro”. Il solito mantra per sedurre gli abbonati ormai disillusi. Stavolta, la Rai non delude. Il futuro è ottobre, il referendum confermativo sulla riforma che porta il nome di Maria Elena Boschi. In Viale Mazzini è tempo di palinsesti, di incastri […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.