Quegli sconti fiscali e le aziende spostate nel cratere del sisma

Sotto osservazione anche quindici cambi di residenza dopo le scosse: allarme sulla corsa alle agevolazioni
Quegli sconti fiscali e le aziende spostate nel cratere del sisma

Oltre 400 aziende, nei dodici mesi successivi al terremoto che distrusse L’Aquila nel 2009, spostarono in quella provincia la sede della propria società. Il rischio che si correva allora – e che si presenta oggi dopo le scosse che hanno dilaniato i paesi del Centro Italia – riguardava la possibilità di lucrare sui contributi stanziati […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.