Putin, mediatore o nemico nell’Europa razzista

La rabbia delle case Pound d’Europa avvilisce ogni democrazia com’era impossibile immaginare qualche anno fa. Austria salva all’ultimo fiato; Francia di Le Pen in lista d’attesa e leghe xenofobe in agguato dall’Ungheria alla Padania, mentre nel cuore del “secolo americano” l’ascesa di Trump sconvolge nel melodramma la cultura dell’Occidente. Decadenza dei valori politici, corruzione ed […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.