Premiati l’imputato e il suo avvocato

Premiati l’imputato e il suo avvocato

L’ad dell’Eni Claudio Descalzi, imputato nel processo per corruzione internazionale per le presunte tangenti pagate in Nigeria, ha dato ieri una lezione di senso delle istituzioni. Ha risposto frettolosamente agli azionisti che lo avevano bombardato di domande e poi, anche per sottrarsi alle domande dei giornalisti sugli scandali giudiziari che stanno affossando l’Eni, ha tagliato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.