Poveracci, cornuti e parvenu. La nostra condanna naturale

Poveracci, cornuti e parvenu. La nostra condanna naturale

Il regista scomparso nel 2010, dopo una vita passata a rappresentare gli italiani, li descrive così in uno dei capitoli de “La commedia umana”, libro nato da una conversazione con Sebastiano Mondadori sul cinema e la sua ispirazione. Ne pubblichiamo qualche estratto. La natura dell’italiano è rimasta la stessa: il modo cialtronesco di affrontare la […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.