Ospedale e parà. Misurata è contenta le altre fazioni no

Il personale medico e di sicurezza della missione “Ippocrate” rischiano di finire in mezzo alla guerra Tripoli-Bengasi
Ospedale e parà. Misurata è contenta le altre fazioni no

Il rapimento dei tecnici italiani potrebbe essere una ritorsione di gruppi armati libici ostili all’intervento militare dell’Italia nell’ex colonia. I trecento militari italiani della missione ‘Ippocrite’ sono infatti i primi militari stranieri a mettere ufficialmente piede nella Libia del post-Gheddafi. I cento soldati del 5º battaglione paracadutisti El Alamein appartenenti al 186° reggimento paracadutisti Folgore […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.