Olio finto, vino e mozzarelle taroccate: la mafia a tavola

Prodotti scadenti e minacce, per le organizzazioni criminali il cibo è un business miliardario
Olio finto, vino e mozzarelle taroccate: la mafia a tavola

Senza saperlo ogni giorno rischiamo di portare in tavola e consumare l’olio d’oliva di Matteo Messina Denaro e della sua famiglia, la mozzarella di bufala del clan dei Casalesi, o le arance della ’ndrina Piromalli. Nei bilanci delle cosche, nel corso del 2016, dal solo settore alimentare sono entrati la bellezza di 21,8 miliardi di […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.