Niente giochi. Nel nome di Mennea

Pietro Mennea è morto tre anni e mezzo fa, nella commozione generale degli uomini di sport e nell’affetto e la stima degli italiani. In quel marzo feroce ricordo nel Salone del Coni immerso nel lutto le lacrime che ci siamo scambiati con il Presidente dell’Ente che dopo la guerra Giulio Onesti doveva liquidare e invece […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.