Nell’attesa di Carrai, la cybersecurity è piena di falle

Nell’attesa di Carrai, la cybersecurity è piena di falle

Visto che non è ancora riuscito a nominare il suo amico Marco Carrai consulente per la cybersecurity, Matteo Renzi ha rimosso il problema dalla sua agenda. Eppure, secondo quanto risulta nel Rapporto Clusit 2016 sulla sicurezza nelle comunicazioni e nell’informazioni in Italia realizzato dall’Associazione italiana per la sicurezza informatica e presentato, di buchi ce ne […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.