Nella Gerusalemme d’Africa i musulmani proteggono gli ebrei

La Ghriba (in arabo, la straniera) è un’antichissima sinagoga a Djerba, nel villaggio di Hara Seghira, meta di pellegrinaggi. La sfida all’estremismo islamico di un Paese che non vuole soccombere dopo le stragi
Nella Gerusalemme d’Africa  i musulmani proteggono gli  ebrei

Antica come gli ulivi e le palme che punteggiano l’isola di Djerba: la Ghriba (in arabo, la straniera) è un’antichissima sinagoga tunisina, conosciuta come la Gerusalemme d’Africa. Secondo la leggenda, proprio dai resti del tempio di Salomone arrivò una delle pietre con cui fu costruita. Tutti gli anni è meta di un pellegrinaggio (hillula, festa in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.