L’occhio di chi conosce la televisione, i suoi meccanismi, le sue furbate. L’occhio di chi da tempo frequenta il “davanti” dei riflettori, ma anche il dietro le quinte, dove tutto si decide, tutto si media, tutto si fa. Così, forse, Mara Maionchi, sua signora della musica contemporanea, durante l’ultima puntata di X Factor in onda su Sky, al momento dei commenti finali ha segnalato una presunta anomalia: “Oh ragazzi, la scenografia dell’esibizione di Roshelle (una delle concorrenti) era un chiaro spot per il Sì”. Cosa? domandano gli altri presenti, quasi spaesati. “Eh certo, alle spalle della ragazza c’è stato un ripetuto ed enorme Yes, Yes, Yes lampeggiante (le immagini registrate lo confermano). Ma al No niente? Proprio niente? Era tutto Sì, Sì, Sì. È quindi un chiaro messaggio di voto”. E giù con una delle sue risate un po’ roche (fumatrice?), un po’ emiliana, un po’ da chi con una battuta si permette di esprimere ciò che in versione seria non sarebbe opportuno. Alla Mara, appunto. Silenzio tra gli altri, ci mancherebbe, loro non se ne sono resi conto.

Chissà dietro, dove tutto si decide, tutto si media. Tutto si fa.