Mail box

Meno casta, più lavoro: il mio sciopero della fame Ho scelto di manifestare con uno sciopero della fame in piazza Montecitorio per chiedere “meno casta e privilegi, più lavoro e diritti”, davanti a una classe politica rimasta indifferente, arrogante e sorda. Alla politica avrei voluto parlare di Augusto e Paola, anziani, privati del lavoro, della pensione, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.